Argon header

Argon

Contattaci generico

Contattaci

+39.035.328.111

 

siad@siad.eu

Argon

L’argon è un gas nobile che costituisce circa lo 0.93% dell’atmosfera terrestre.
I gas nobili sono un gruppo di gas rari comprendente l’argon, l’elio, il krypton, il neon, lo xenon e, in alcuni casi, il radon. Tali gas sono caratterizzati da un’elevata stabilità molecolare e da una reattività estremamente bassa.

Proprietà Tecniche
Prodotto: argon
Formula Chimica: Ar
Titolo: ≥ 99.996%
Densità relativa (aria = 1): 1.38
Aspetto: gas incolore
Odore: gas inodore
Limiti di infiammabilità in aria: non infiammabile
Altre proprietà: gas non tossico e non corrosivo; si tratta di un gas caratterizzato da una bassa conduttività termica e da una leggera solubilità in acqua.


Proprietà fisiche


L’argon è impiegato in diverse applicazioni, qui di seguito elencate.

Produzione dell’alluminio
Nell’industria dell’alluminio, l’argon è impiegato:

  • per la creazione di un’atmosfera inerte in sostituzione dell’aria o dell’azoto
  • per l’eliminazione di gas disciolti indesiderati durante la degassificazione
  • per l’eliminazione dall’alluminio fuso di idrogeno disciolto e particolati.

Lavorazione e produzione dell’acciaio
Nell’industria dell’acciaio, l’argon è impiegato:

  • per la rimozione di gas o vapori e per impedirne l’ossidazione
  • per ottenere una temperatura compatibile ed una composizione omogenea dal rimescolamento dell’acciaio fuso
  • per favorire l’eliminazione di gas disciolti indesiderati durante la degassificazione
  • quale gas carrier per determinare la composizione di un campione tramite la cromatografia
  • nel processo di decarburazione argon-ossigeno (A.O.D.), usato durante la raffinazione dell’acciaio inossidabile.

Lavorazione dei metalli
Nella lavorazione dei metalli, l’argon è impiegato:

  • per creare una protezione inerte durante la saldatura
  • per ottenere un ambiente privo di ossigeno e azoto per la ricottura e laminatura dei metalli e delle leghe
  • per ripulire i metalli fusi eliminando la porosità nella colata.

Produzione di semiconduttori
Nell’industria dei semiconduttori, l’argon è impiegato:

  • per la creazione di un’atmosfera protettiva e quale mezzo di trasferimento del calore per la crescita dei cristalli di germano e silicio.

Illuminazione
Nell’illuminazione, l’argon è impiegato:

  • per il riempimento di bulbi luminosi ad incandescenza e fluorescenza
  • per l’ottenimento di una luce blu nelle lampade al neon.

L’argon viene ottenuto impiegando il processo di frazionamento dell’aria, quale co-prodotto della produzione di ossigeno e azoto. Questo processo consiste nella separazione dell’aria nei componenti da cui essa è costituita:

  • azoto (78 %)
  • ossigeno (21 %)
  • argon (0,9 %)
  • altri gas (0,1 %).

Gli impianti attuali sono l’evoluzione del processo Claude-Linde, dal nome degli scienziati francese e tedesco che contribuirono alla sua realizzazione; essi adottarono inizialmente, per il raffreddamento del gas, l’espansione isoentalpica, con la sola riduzione di pressione, e successivamente l’espansione isoentropica, con la produzione di lavoro.
L’impianto è costituito da due colonne sovrapposte, operanti a pressioni differenti, al cui interno si hanno flussi di gas (ascendente) e di liquido (discendente), in equilibrio tra fasi liquida e gassosa. Salendo verso l’alto della colonna si ha una concentrazione crescente in azoto; verso il basso si ha una concentrazione crescente in ossigeno.

L’argon è ottenuto in una terza colonna di frazionamento, nella quale il processo di distillazione è ripetuto su una miscela ossigeno-argon prelevata in un punto intermedio della colonna superiore.
Gli attuali impianti di frazionamento dell’aria hanno raggiunto un elevato livello di automazione ed il loro controllo è operato tramite computer; il sistema di controllo gestisce l’intero ciclo di produzione e la successiva fase di distribuzione del prodotto fino allo stoccaggio o all’utilizzo.
Nello stabilimento di Osio Sopra, il più articolato insediamento nazionale del settore dei gas tecnici e la maggiore tra le unità produttive SIAD, il nuovo impianto di frazionamento aria T 1000, che è entrato in esercizio nel settembre 1997 ed ha sostituito in parte i vecchi impianti esistenti, garantisce una capacità produttiva del sito pari a 1300 tonnellate al giorno di ossigeno.
L’impianto è stato realizzato da SIAD MACCHINE IMPIANTI.

Sebbene non sia tossico, l’argon in alta concentrazione può provocare asfissia. Inoltre il contatto con il prodotto, in fase liquida, può provocare ustioni da freddo e da congelamento.
Per evitare questi effetti nocivi, i produttori e i clienti devono seguire severe normative di sicurezza per il deposito e il trasporto, e consultare le nostre Scheda di Sicurezza dedicate all’argon.

Le modalità di fornitura ed i servizi disponibili per i clienti SIAD relativamente all’argon comprendono:

  • il trasporto in bombole, pacchi bombole o cisterna
  • la progettazione ed installazione di impianti di distribuzione gas
  • la fornitura di attrezzature per il corretto impiego del gas
  • l’assistenza e consulenza tecnica per il trasporto, la distribuzione e l’applicazione del gas.

L’argon può essere fornito anche:

  • con purezza: grado 5.0 - 5.5 - 5.8
  • nelle miscele speciali e nelle miscele di taratura di composizione a richiesta.

Modalità di fornitura