Contattaci generico

Contattaci

+39.035.328.111

 

siad@siad.eu

Neon

Il neon (Ne) è un gas incolore, inodore, non infiammabile e inerte.

Applicazioni
Tradizionalmente noto quale gas di riempimento per le insegne pubblicitarie, gli altri impieghi del neon riguardano le lampade a luminescenza utilizzate per i segnali luminosi e la regolazione dei voltaggi; il neon è inoltre un componente delle miscele laser.

Compatibilità con i Materiali
Metalli: Ottone, Acciaio Inossidabile, Acciaio al Carbonio, Alluminio, Zinco, Rame; Monel.
Materiali plastici: Kel-F; PTFE, FEP, e PFA resine fluoropolimeriche; Tefzel; Kynar; PVC; Policarbonato.
Elastomeri: Kalrez; Viton; Buna-N; Neoprene; Poliuretano.

Caratteristiche tecniche
Peso Molecolare: 20.18
Peso Specifico (Aria = 1): 0.696
Odore: Inodore
N° Immatricolazione CAS: 7440-01-9
Principali Isotopi: 20, 21, e 22
Temperatura Critica: 44.45 K / -228.7°C
Pressione Critica: 27.2 bar
Punto di Ebollizione: 27.25 K / -245.9°C
Punto di Fusione: 24.35 K / -248.8°C

Tradizionalmente conosciuto come gas di riempimento per insegne pubblicitarie colorate, il neon viene impiegato per altri utilizzi che comprendono le lampade ad incandescenza usate quali dispositivi per indicatori ottici, gli stabilizzatori di tensione ed i laser. Insieme ad altri gas rari, il neon sta poi trovando larga applicazione in speciali lampade fluorescenti.
Il neon è inoltre utilizzato nelle miscele “spark chamber”, utili per la ricerca sulle particelle atomiche.

Tra tutti i fluidi criogenici a bassa temperatura, il neon liquido risulta avere proprietà uniche: il suo calore latente di vaporizzazione è quasi doppio rispetto a quello dell’elio e venti volte quello dell’idrogeno. Esso possiede inoltre il maggiore rapporto gas-liquido tra tutti i gas atmosferici, ovvero 1445:1; ciò significa che un litro di liquido si trasformerà in 1.445 litri di gas (a temperatura ambiente).
Il programma spaziale statunitense utilizza il neon liquido come raffreddante per i raggi infrarossi e per gli strumenti di rilevazione.