Servizio raccolta e smaltimento gas refrigeranti header

Servizio raccolta e smaltimento gas refrigeranti

Contattaci Tecnoservizi Ambientali

Servizio raccolta e smaltimento gas refrigeranti

Tutti i gas refrigeranti CFC, HCFC e HFC non possono essere scaricati in atmosfera, ma devono essere raccolti e recuperati per essere avviati allo smaltimento o alla rigenerazione in quanto rifiuti speciali e pericolosi (ai quali è attributo il codice CER 140601*).
Possono operare allo smaltimento le aziende autorizzate dal Ministero dell’Ambiente e quindi iscritte all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.
SIAD offre in tutta Italia il servizio di raccolta e smaltimento dei gas refrigeranti avvalendosi della collaborazione di TECNOSERVIZI AMBIENTALI, società del gruppo specializzata nel management ambientale, che ha stipulato con il Ministero dell’Ambiente un apposito Accordo di Programma.
L’Accordo di Programma consente anche la rigenerazione dei gas esausti. Tuttavia tale operazione può essere effettuata solo per gas raccolti in modo differenziato e per quantità discrete, qualora il rifiuto raggiunga una specifica di analisi caratteristica.

Raccogliere e smaltire gas esausti: come funziona il servizio di Tecnoservizi Ambientali

Hai dei gas da smaltire ma non sai come fare e a chi rivolgerti? Segui queste semplici istruzioni:

1. Scarica e compila il MODULO RICHIESTA PREVENTIVO PER SMALTIMENTO GAS in tutte le sue parti: tipo di gas -possibilmente non miscelato-, quantità, numero e tipo di recipienti necessari alla raccolta (contenitori da 40 litri; da 12,5 litri; bomboloni da 600 litri);

2. Invia il modulo a info@tasrl.com

3. Riceverai da Tecnoservizi Ambientali il preventivo di spesa. Se accettato, si può procedere come segue:

  • I contenitori necessari “Recovery Cold” vengono inviati direttamente al frigorista;
  • Il frigorista esegue l’intervento, raccoglie nei recipienti il gas da smaltire e richiede il servizio di ritiro in loco del rifiuto, con automezzo autorizzato al trasporto;
  • Concordati i termini del trasporto, il frigorista provvede alla compilazione della SCHEDA DI OMOLOGA BOMBOLE da ritornare a Tecnoservizi Ambientali prima dell’effettuazione del trasporto;
  • In fase di ritiro, il trasportatore o il frigorista provvede alla compilazione del Formulario Identificazione Rifiuto; la prima copia viene trattenuta dal frigorista;
  • Quando il rifiuto arriva all’impianto di destino, viene verificato il peso del rifiuto e completato il Formulario Identificazione Rifiuto ed entro 90 gg il trasportatore provvede a ritornarne al frigorista la quarta copia;
  • Il frigorista compila il registro di carico scarico indicando tipo e quantità di rifiuto prodotto e smaltito.